giovedì 22 giugno 2017

Parcheggi Phonetica: un problema da risolvere



Sull’annoso problema di dove e come parcheggiano i lavoratori di Phonetica, non vogliamo entrare in merito alla inciviltà di chi è “costretto” a parcheggiare in qualche modo e di chi commette atti vandalici nei confronti delle autovetture, che condanniamo, perché riteniamo che questo non sia il modo per affrontare e risolvere un problema.
Con questo post vogliamo essere costruttivi, dare degli spunti e suggerimenti a Phonetica e all’Amministrazione comunale affinché venga risolto in modo definitivo  questo problema.
1.    1.  Col decreto Ronchi 27/1998 tutte le aziende con più di 300 dipendenti in un'unica sede ( o con 800 dipendenti su più sedi) devono nominare un Mobility Manager. L'istituzione della figura del Mobility manager aziendale si propone di: 
Far rientrare l'azienda nel quadro normativo vigente
Ridurre i costi aziendali per gli spostamenti casa/lavoro dei dipendenti 
Ridurre i costi aziendali per gli spostamenti per lavoro dei dipendenti
Migliorare il rapporto azienda/dipendenti, aumentandone di conseguenza l'efficienza e la fedeltà al gruppo
Migliorare accessibilità all'azienda
Migliorare l'impatto complessivo dell'azienda sul territorio e la sua immagine
        
Non sappiamo se Phonetica rientra nei parametri di legge per l’istituzione al suo interno di un Mobility Manager, ma vorremmo suggerirgli di istituirlo.

2.    In questi anni cosa ha fatto la società Phonetica, oltre che chiedere la realizzazione dei parcheggi, per migliorare l’impatto complessivo dell’azienda sul territorio e la sua immagine”?

3.    Cosa ha fatto Phonetica per ridurre l’utilizzo del mezzo privato da parte dei suoi lavoratori?

4.    Non conosciamo gli orari di lavoro dei dipendenti Phonetica ma visto che nella sua lettera dichiara che la maggior parte dei lavoratori arrivano da Cusano Milanino, non è possibile da parte dell’azienda istituire una navetta che faccia la spola tra il posto di lavoro e quel comune? Magari con un tragitto che passi per la stazione di Paderno Dugnano in modo da incentivare l’uso del mezzo pubblico anziché di quello privato e ridurre così l’impatto sul territorio.

5.    A seguito della lettera inviata da Phonetica la realizzazione dei parcheggi ha avuto un’accelerazione sorprendente, infatti con determina dirigenziale no. 473 l’Amministrazione comunale ha deciso la realizzazione di 37 posti auto. Questo progetto, a nostro avviso, non risolve il problema perché non aggiunge nuovi posti, ma si può dire che li ”regolarizza”.

6.    Un suggerimento all’Amministrazione riguardante il progetto presentato, la via Canova dovrebbe prolungarsi e collegarsi a Senago con la strada che arriva da Arese, creando una tangenzialina che sposti il traffico di attraversamento di Cassina Amata all’esterno del paese, non ci sembra opportuno creare parcheggi lungo questo asse, vorremmo pertanto consigliare all’Amministrazione comunale di eliminare i parcheggi previsti su quella via e , creando la via 1 maggio a senso unico, modificare gli attuali parcheggi da ”linea” a “spina di pesce” in modo di duplicare la loro capacità.
 
7.    Andrebbe anche rivista tutta la viabilità della zona, magari creando il senso unico sulle vie Donatori di sangue e Redipuglia permettendo solo su un lato la sosta, rendendola così regolare. Bisogna creare le condizioni perché chi deve lavorarci e vivere, possa farlo senza pericolo e disagio


Questi sono solo alcuni suggerimenti, ma crediamo che molti altri, sia i cittadini della zona che i lavoratori di Phonetica ne abbiano da proporre quindi li invitiamo a scriverci in modo da poterli raccoglierli, discuterne insieme e inoltrarli all’Amministrazione comunale.
Se poi l’Amministrazione comunale volesse indire un’assemblea pubblica per raccogliere le osservazioni degli interessati sarebbe la scelta migliore.


martedì 20 giugno 2017

Frecciarancio: a settembre ripartenza parziale in attesa del progetto definitivo



Dopo la partecipazione all'assemblea pubblica sul futuro della tranvia Milano-Limbiate, tenutasi lo scorso venerdì 16 giugno presso l’aula del Consiglio Comunale di Paderno Dugnano, durante la quale abbiamo sentito ampie dichiarazioni da parte dei politici locali sul suo mantenimento e sulla sua riqualificazione, ieri sera come Insieme per Cambiare abbiamo partecipato, su invito da parte del PD di Limbiate, ad un tavolo di confronto dal titolo “Trasporto pubblico in Brianza”, tenutosi all'interno della Festa dell’Unità al Villaggio del Sole di Limbiate.

Durante questo incontro l’Assessore ai trasporti del comune di Milano Marco Granelli ha ulteriormente rassicurato i presenti sulla ripartenza della tranvia Milano–Limbiate ai primi di settembre.

Ripartenza della tranvia che però, come deciso in un incontro tenuto ieri tra tutti i soggetti interessati e Ustif, non sarà totale.

Il tram dovrebbe funzionare solo nelle ore di punta, dall'inizio servizio sino alle ore 10 e dalle 16/17 sino alla fine esercizio con gli stessi orari in vigore sino al 30 aprile scorso, mentre negli altri orari il servizio sarà garantito dagli autobus, con una maggiore frequenza negli orari di rientro degli studenti.

L’Assessore ha anche dichiarato che comunque entro fine anno dovrà essere deciso il progetto definitivo della riqualificazione della tranvia.

Auspichiamo che almeno in questo caso i politici mantengano la parola data e come Insieme per Cambiare continueremo a vigilare e sollecitare affinché questo avvenga.

domenica 18 giugno 2017

24 GIUGNO: LA CENA DEI COLORI



Questo è un invito a cena rivolto proprio a te!

Abbiamo bisogno del tuo sostegno e della tua amicizia...

Prenota subito telefonando o scrivendo a Stefania (347.9044631 - stefaniapev21@gmail.com)